Architettura e Interior Design: i professionisti italiani icone mondiali

L’Italia è un paese con una forte tradizione di progettazione, un’arte uno che ha portato avanti di generazione in generazione. Oltre ad una serie di notevoli singoli designer, l’Italia ha prodotto alcuni dei migliori gruppi di progettazione e aziende di design in tutto il mondo. Con una vasta gamma di designer e aziende di lunga data, e nuovi talenti emergenti, l’Italia mantiene la sua reputazione di essere un paese di design eccezionale.

Ci sono alcuni professionisti italiani che sono icone mondiali in questo settore. Tra le icone di architettura ed interior design, c’è Alessi. Fondata nel 1921, Alessi era e rimane fino ad oggi, un’azienda a conduzione familiare. La famiglia proviene dal lago d’Orta nelle Alpi italiane nei pressi del confine con la Svizzera dove c’è una lunga tradizione di legno e artigianato del metallo che esiste ancora oggi.

Producendo inizialmente posate di metallo fine e utensili da cucina, Carlo Alessi, che allora era capo progettista, ha attirato sulla sua formazione di designer industriale per sviluppare i prodotti della società tra il 1935 e il 1945. Ora, considerato uno degli archetipi di ‘Fabbriche del Design Italiano’, Alessi oggi collabora con alcuni dei designer più interessanti e conosciuti da tutto il mondo per creare eccitanti e innovativi design della cucina.

C’è poi Ettore Sottsass del gruppo Memphis. Nato in Austria nel 1917 ma cresciuto a Milano, Ettore Sottsass è forse uno dei nomi più noti del design italiano. Nel 1959 inizia a lavorare come consulente di design per Olivetti la creazione di disegni per le apparecchiature per ufficio, quali macchine da scrivere e mobili. Sottsass ha ridefinito il design d’ufficio attraverso una combinazione di colori vivaci, forme eccitanti e uno stile unico.

Nel 1981 Sottsass fonda il gruppo Memphis con un gruppo internazionale di giovani architetti e designer. Il loro uso di colori fluorescenti, superfici lisce e forme irregolari è diventato uno degli esempi più caratteristici del postmodernismo, e da allora sono diventati di alto valore collezionistici.

C’è inoltre, Boffi Xila. Nel mondo del design contemporaneo, Boffi è un nome che è sinonimo di innovazione e l’eccellenza in cucina e bagno di design.

Fondata nel 1934 da Piero Boffi, ha avuto origine come azienda artigianale guidata che è stato anche molto adatto a famiglie. Nel 1954, hanno progettato la loro primo cucina di colori conosciuta come la Serie C, facendo pieno uso dei nuovi materiali disponibili, come la plastica. Entrarono nel settore bagno nei primi anni 1980 e da allora hanno avuto un grande successo come una ditta specializzata di interior design.

C’è poi Fornasetti ideato da Piero Fornasetti che è stato un pittore milanese, scultore, decoratore d’interni e libro incisore che ha progettato più di 11.000 prodotti. La produzione di Fornasetti di oggetti e mobili è forse una delle più grandi e più varie del 20esimo secolo. Molto originale nel suo talento creativo, ha creato un vocabolario visivo che è immediatamente riconoscibile come Fornasetti. Saturo di disegni stravaganti e colorate, le immagini sempre conteneva un elemento di sorpresa e di ingegno.

C’è anche la Giugiaro Alphasud. Quando si parla di design italiano, non si può trascurare la specialità particolare in Italia: il car design, in cui Giorgetto Giugiaro è uno dei più grandi nomi della professione. Nato nel 1938 a Garessio,  Giugiaro era figlio di un pittore ed ha continuato a studiare l’arte e il design tecnico di Torino. Dalla fondazione ‘Ital Styling’ nel 1967, ha continuato a essere coinvolto nella progettazione di alcune delle vetture più iconiche d’Italia, come ad esempio l’Alfa Romeo ‘Alpha Sud’ nel 1971, così come per le altre case automobilistiche internazionali.

Altro importante nome è Jannelli & Volpi.  Fondata nel 1961 da Oreste Jannelli con la moglie ei suoi cugini, Jannelli & Volpi, o J & V, celebrato il loro 50esimo anniversario nel 2011. Oggi l’azienda è leader di mercato italiano in tessuti carta da parati e complementi d’arredo, con un livello costantemente elevato standard di qualità e stile. Nel 2009, Jannelli & Volpi ha lanciato il marchio J & V Design Italiano.

Questo nuovo marchio si compone di un muro che copre un numero di collezioni create per i mercati internazionali, rendendo il loro debutto alla mostra ‘Maison & Objets’ a Parigi. Senza sforzo, chic nel loro design, questi tessuti e rivestimenti per interni sono di alta qualità.

Gio Ponti Denver museo d’arte KMNewnham è considerato uno dei più importanti architetti italiani, Giò Ponti è un nome che è ancora riconosciuto e venerato nel mondo del design. Un uomo dai molti talenti, Giò Ponti ha fatto il suo marchio sul design industriale, la progettazione di mobili, arte e persino la pubblicazione.

La laurea in Architettura nel 1921 dal Politecnico di Milano, Ponti ha continuato a lavorare contemporaneamente come architetto e designer industriale. Nel 1923 ha debuttato alla prima Biennale delle Arti Decorative di Monza, dopo di che divenne in seguito coinvolti nell’organizzazione delle Triennali di Monza e Milano. Forse uno dei suoi edifici più noti è il Denver Art Museum, a termine del 1971.

Infine, un’altra azienda italiana di design di fama internazionale è Cassina, fondata nel 1927 a Milano da Cesare e Umberto Cassina. E’ stato, tuttavia, nel corso del 1950 che l’azienda realmente entrato in proprio, elevando la qualità e l’esposizione del design industriale italiano in grande stile. Con una visione pionieristica, l’azienda ha incoraggiato altri architetti e designer di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *