Brindisi rivelazione 2017

Ebbene sì, tra le aree più apprezzate della penisola salentina spiccano non solo Gallipoli, Santa Maria di Leuca, o Torre dell’Orso con i suoi famosi villaggi turistici come l’Araba Fenice Village ; ora, infatti, tra le più frequentate località balneari spiccano anche mete brindisine, forse meno conosciute fino a poco tempo fa, ma altrettanto degne di nota per bellezza del paesaggio e del mare. Stiamo parlando di Torre Santa Sabina, Lido Morelli e Torre Guaceto, per le quali il WWF ha identificato le calette come oasi protette.

Con queste tre splendide perle, superando città e isole importanti come Trapani o Mykonos, e addirittura capitali europee come Amsterdam, Brindisi passa quindi dal 14esimo al decimo posto della speciale classifica “Summer Trends 2017” di Edreams, la celebre agenzia di viaggi online, che redige sempre monitoraggi rilevanti a livello internazionale per quanto riguarda le mete turistiche preferite dai viaggiatori di tutto il mondo: ogni anno, infatti, l’agenzia, tramite il suo sito www.edreams.it, esamina l’analisi delle prenotazioni effettuate dai turisti nazionali in partenza per le mete estive di maggior richiamo, e mediante la sua app tiene traccia dei loro spostamenti, elaborando report e classifiche delle mete preferite per l’estate.

E proprio questi monitoraggi hanno inserito Brindisi e il suo territorio nella top-ten delle mete estive 2017, entrando quindi di prepotenza al decimo posto, guadagnando ben 4 posizioni in un solo anno, in maniera ufficiale e con grande soddisfazione, peraltro con la buona compagnia di alcune fra le capitali europee più visitate ed amate. Prima della bella città pugliese, che deve la sua crescente popolarità probabilmente anche alla presenza dell’Aeroporto del Salento oltre che alle imponenti navi da crociera nel suo porto, in cima alla classifica abbiamo Catania, seguita da Palermo, Ibiza, Cagliari, Londra, Barcellona, Olbia, Lampedusa, Lamezia Terme.

Per Edreams, Brindisi è senz’altro la rivelazione dell’anno: uno degli elementi che hanno contribuito al successo è indubbiamente il prezzo competitivo. Infatti, con una spesa media sulla prenotazione intorno ai 128 euro, il capoluogo risulta essere una tra le destinazioni più economiche del nostro Paese. Nella classifica 2017, infatti, solo Catania e Barcellona riescono a fare di meglio, con soli due euro di scarto.

Secondo la ricerca “Summer Trends”, si è verificato, quest’anno, un sensibile calo dei prezzi per mezzo del quale la spesa media sostenuta dai turisti che hanno prenotato da sito o tramite app, è intorno ai 215 euro, con un calo del 2% rispetto all’anno scorso, ed inoltre, secondo i dati emersi, una grossa fetta della popolazione, almeno il 30%, soggiornerà fra gli 8 e i 14 giorni, mentre una notevole minoranza, solo il 2%, si godrà dalle 3 alle 4 settimane di ferie.

Gli italiani amano le località del nostro Sud e le preferiscono anche quest’anno per le loro vacanze ma gli altri cittadini europei non sempre la pensano allo stesso modo, avendo ancora una volta appurato che francesi, tedeschi e spagnoli prediligono le metropoli e le città d’arte come Roma, Venezia e anche la Milano del dopo-Expo, e quest’ultima fa registrare un aumento delle visite addirittura del +33% rispetto all’anno 2016.

Miglioramento anche per alcune città europee, tra le quali spicca Atene, con un incredibile +83% rispetto allo scorso anno! Boom di prenotazioni anche a Londra che, probabilmente grazie all’abbassamento del valore della sterlina, registra un interessante +37% rispetto al 2016.

In ultima analisi, comunque, la nostra soddisfazione riguarda la Puglia, ed in particolare il Salento e Brindisi, mete di turisti stranieri che apprezzano non solo le bellezze del paesaggio e del mare cristallino, ma anche l’ottima cucina, l’arte e la cultura del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *